La copertura contro i crimini informatici

LA SOLUZIONE CONTRO GLI ATTACCHI INFORMATICI

I numeri che interessano il “fatturato” dei crimini informatici, secondo statistiche effettuate su scala mondiale, hanno raggiunto valori vertiginosi, si parla di circa 445 miliardi euro (dati derivanti da rapporti di ricerca).

Non meno preoccupanti sono i numeri relativi ai costi gravanti sulle imprese per le necessarie riparazioni conseguenti agli attacchi informatici, che sono stimati in media in 492 mila euro per grandi imprese e 33 mila euro per piccole e medie imprese (PMI).

Le intrusioni di hacker nei sistemi informatici, le violazioni dei sistemi di sicurezza e le sottrazioni di dati aziendali sono ormai fenomeni criminali frequentissimi ed estremamente redditizi ma, nonostante tutto, solo una percentuale ridottissima di imprese ha provveduto a proteggere le proprie risorse IT con apposite coperture assicurative.

Nonostante gli investimenti delle aziende in sistemi di sicurezza di alto livello siano importanti e rendano meno vulnerabili i loro patrimoni informatici, eventi come la violazione dei sistemi di sicurezza della Casa Bianca, confermano il fatto che una protezione assoluta è praticamente impossibile.

Lo strumento assicurativo resta, pertanto, uno scudo efficace contro questi attacchi. Colossi assicurativi, hanno già lanciato i loro prodotti sul mercato. Si tratta di polizze che, oltre a coprire eventi criminali ormai comuni come la violazione di dati aziendali e personali, prevedono coperture sul furto di proprietà intellettuale, sulle estorsioni e sulle interruzioni di attività.

L’aspetto forse più interessante per le imprese, vista la difficoltà di una protezione assoluta, riguarda le soluzioni assicurative che proteggono dalle conseguenze economiche e riorganizzative dell’avvenuto attacco informatico, dalle perdite di introito, dalla perdita di reputazione, garantendo un’assistenza post-attacco che consenta all’azienda di far fronte a tali eventi.

In proposito merita menzione il servizio cosiddetto di “flooding”. Si tratta di un’attività che prevede l’intervento della compagnia assicuratrice, nell’ipotesi di un’illegittima lesione della reputazione dell’assicurato (via web), che si estrinseca nella messa in circolazione nel web di contenuti, messaggi e notizie che riportino le informazioni corrette e veritiere sul conto del soggetto leso alle prime pagine dei motori di ricerca, riducendo in tal modo la visibilità delle notizie false e lesive della reputazione.    

 

Le nostre soluzioni oltre ad un rimborso del danno, prevedono un vero è proprio intervento con una Società specializzata attiva 24 ore su 24 e sette giorni su sette. Entro un ora dalla chiamata l'Assicurato viene contattato da un Incident Manager operante nell'area dove è avvenuto l'incidente, concordando e coordinando le procedure operative specifiche.

Entro 5 ore dalla notifica l'Incident Manager contatta e incarica gli specialisti da coinvolgere nel caso, verrà predisposta quindi una conference call fra le parti (Assicurato, Incident Manager e Specialisti) al fine di coordinare al meglio le attività di indagine e mitigazione della violazione. Al termine di questa fase viene redatto un piano che fornisce un quadro dettagliato ed esaustivo del tipo di violazione sofferta dall'assicurato. Entro le 48 ore post notifica le indagini preliminari terminano, in questa fase maturano gli interventi di mitigazione della violazione posti in essere dagli specialisti ed emerge la Solution Plan, da consideratsi a tutti gli effetti il piano di intervento sotto il profilo della gestione del sinistro, che viene condiviso con l'Assicurato.

 

LE NOSTRE SOLUZIONI ASSICURATIVE PREVEDONO

  • Massimali fino a €. 50.000.0000,00 (cinquanta milioni di euro)

  • Responsabilità derivante da violazioni di obblighi di riservatezza

  • Responsabilità derivante da violazione della sicurezza della rete

  • REsponsabilità derivante dai media

  • Cyber-estorsione

  • Perdita dei dati

  • Interruzione di attività

  • Spese per analisi e riscontro riguardante il tipo di incidente

  • Perdite derivanti da carte di pagamento

  • Costi di sanzioni

  • Frode informatica

Esempi di domande che saranno sottoposte all'Assicurato in caso di attacco informatico (clicca qui)

   

Scarica il Questionario per richiedere un preventivo Contro gli Attacchi Informatici della Tua Azienda:

Per poter inquadrare al meglio la situazione aziendale e proporre la soluzione migliore, è indispensabile un'accurata compilazione del questionario. 

In caso di necessità in fase di compilazione, non esitare a contattarci.

Siamo a tua completa disposizione per analizzare le tue esigenze e proporti la copertura Assicurativa più adatta alle esigenze, allo scopo di garantirti contro i rischi informatici.

CONTATTI:​

Email:      info@assigeasondrio.it

Pec:         assigea@pec.it

Phone:     0342-223611

Fax:         0342-1852032

ORARI:

Lun-Ven:  9.00-12.30

              14.00-18.00

©2020 Assigea Snc di Bordoni Umberto & C. - Registro Intermediari n. A000131861 Partita IVA e C.F.- 00830580148 - REA: SO - 6287

Sede Amministrativa: Via Meriggio, 2 - 23100 Sondrio (SO) Sede Legale: Via Pio Rajna, 1 -  23100 Sondrio (SO)